Rifugio Treviso – Val Canali

0
602

Il rifugio Treviso, situato in una pittoresca posizione circondato da grandi larici e abeti sul versante orientale della Val Canali, venne costruito dalla Sezione di Dresda del DÖAV nel 1897, chiamandolo Rifugio Canali. Per sottolineare l’avvenimento, in occasione dell’inaugurazione il 26 agosto del 1897, la famosa cordata A.G.S. Raynor e J.S. Phillimore con le guide M.Bettega e G.Zecchini scalarono un grosso e ardito torrione sulla cresta SO della Pala della Madonna chiamandolo Torre Dresda. Alla  fine della Prima guerra mondiale il rifugio venne consegnato alla SAT quale bottino di guerra, ma qualche anno dopo lo cedette definitivamente alla Sezione di Treviso del CAI che gli cambiò il nome con l’attuale Rifugio Treviso in Val Canali. Il rifugio è ideale base per tutte le ascensioni della Val Canali ben collocato rispetto alle cime di maggior rilievo alpinistico
Il rifugio dispone di 35 posti letto e 4 nel locale invernale che è sempre aperto. Aperto ufficialmente dal 20 giugno al 30 settembre e nei week-end a partire dal 1 maggio, è gestito con grande cura e professionalità dalla guida Tullio Simoni, dalla moglie Mara Iagher e dal figlio Igor.
La posizione a quota medio-bassa e le numerose possibilità che offre di comode camminate e facili ascensioni in un ambiente distensivo, ne fanno un punto d’appoggio affollato nei periodi di punta, ideale nel periodo primaverile e a fine stagione per una vacanza nella natura.

Come raggiungere il rifugio
Dal parcheggio di Malga Canali (1300m), raggiungibile da Fiera di Primiero per la statale del Passo Cereda, deviando per Val Canali dopo 3 km circa. Si prosegue a piedi per il sentiero 707 che conduce al rifugio in 40 minuti di comoda salita nel bosco.
Difficoltà dell’itinerario: facile

Contatti
Tel. 0439 62311
Email rifugiotreviso@gmail.com (attenzione: chiedere sempre conferma telefonica per quanto riguarda le prenotazioni; dal rifugio non ci è possibile leggere con regolarità la posta elettronica)

* Testo preso dal sito del CAI Sez. di Treviso

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here