Tragedia sul Monte Bianco

l´alpinista Anghileri precipita e perde la vita

0
826

ll 41enne lecchese e´ caduto dalla parete per circa 600 metri. Il suo corpo e´ stato recuperato ai piedi del pilone centrale del Freney

Il corpo senza vita dell´alpinista lecchese Marco Anghileri, 41 anni, e´ stato trovato e recuperato ai piedi del pilone centrale del Freney al Monte Bianco. La salma e´ stata trasportata a Courmayeur dall´elicottero del soccorso alpino valdostano. L´uomo, di cui non si avevano piu´ notizie da venerdi´, e´ precipitato dalla parete per circa 600 metri.

Anghileri ha perso la vita mentre era impegnato in solitaria nella prima salita invernale della via Jori Bardill sul pilone centrale del Freney. Nel primo pomeriggio di venerdi´ l´ultimo avvistamento, in cima al pilone stesso. Poi piu´ nulla.

L´alpinista avrebbe dovuto raggiungere la cima del Monte Bianco sabato mattina e, nel pomeriggio, sarebbe dovuto riscendere dal versante francese. Ad attenderlo, a Chamonix, c´era il padre, Aldo.

Secondo i soccorritori, la caduta potrebbe risalire al tardo pomeriggio di venerdi´, poche ore dopo l´ultimo avvistamento. Prima di precipitare, Anghileri sarebbe stato solo a pochi metri dalla vetta. La guardia di finanza di Entreves sta indagando sulla morte dell´alpinista lecchese: il cedimento di un chiodo o un errore umano le possibili cause della fatale caduta.

Cordoglio in Rete – Alpinista molto noto nel suo ambiente, Marco Anghileri lascia un enorme vuoto in amici e conoscenti. Sulla sua pagina Facebook, dove sono raccolti gli scatti di tante sue imprese sulle montagne innevate di tutto il mondo, decine e decine di commossi messaggi di cordoglio. “Te ne sei andato mentre facevi quello che amavi di piu´…”, scrive un amico.

Fonte: TGCOM24

SHARE
Previous articleAltra slavina
Prossimo articoloLa sportiva “Ganda”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here