Serata organizzata dalla sezione CAI di Mirano con la collaborazione di Campo Base Noale e Idea Montagna:

Vie normali nelle Dolomiti di Brenta – Autori: Alberto Bernardi, Roberto Ciri, Milo Muffato

170 vie normali ad altrettante vette e informazioni su altre 55 cime secondarie
• foto a colori, tracciati delle vie di salita e dettagliate relazioni
• immagini delle cime e foto panoramiche dei gruppi montuosi con i nomi delle cime
• schizzi di arrampicata per le cime più alpinistiche
• note tecniche, dislivelli, tempi, difficoltà, punti di appoggio, note storiche, primi salitori
• indice degli itinerari suddivisi per gruppi montuosi elenchi riassuntivi alfabetico, per quota e difficoltà di salita

L’attesa guida escursionistica e alpinistica delle vie normali a tutte le principali vette delle Dolomiti di Brenta: ben 170 cime, molte delle quali poco conosciute e ancor meno frequentate, suddivise in schede con descrizione dettagliata dei percorsi di avvicinamento e salita per la via normale ed eventuali varianti, tempi, difficoltà, dislivelli, foto a colori con tracciato della via, schizzi di salita per le cime più alpinistiche, foto di dettaglio, cenni storici e informazioni naturalistiche. Le note relative anche ad altre 55 cime secondarie e minori portano a 225 il numero complessivo di vette di cui si forniscono informazioni.

I tre autori le hanno censite con puntiglio dando per ognuna informazioni dettagliate per raggiungerne la vetta lungo la via normale. Oltre alle facili cime escursionistiche, molte delle vette del Brenta costituiscono impegnativi banchi di prova anche per alpinisti con esperienza, che spesso richiedono di affrontare passaggi in roccia o addirittura la salita lungo percorsi di arrampicata.

Le cime sono fanno parte di: Catena Meridionale (Catena d’Ambiéz, Sottogruppo del Vallòn, Sottogruppo dei Fracingli, Massiccio della Tosa, Sottogruppo del Monte Dàino, Sottogruppo del Ghez) – Catena Centrale (Catena degli Sfùlmini, Massiccio di Cima Brenta, Massiccio del Grosté) – Catena Settentrionale (Massiccio della Pietra Grande, Catena del Sasso Alto, Massiccio del Sasso Rosso) – Catena Orientale (Sottogruppo della Campa, Sottogruppo Gaiarda-Altissimo).

Gli itinerari intendono portare a riscoprire sia quelle vie normali che spesso sono percorse in discesa dopo aver salito vie alpinistiche di maggior difficoltà, sia le escursioni a cime troppo spesso offuscate dalla fama di vette di maggior richiamo. Una guida per gli amanti dell’alpinismo dolomitico in un ambiente naturale unico oggi Patrimonio Universale dell’Umanità Unesco.

Prefazione di Cesare Maestri.

 

SHARE
Previous articleProwinter 2018
Prossimo articoloSoccorso Alpino Italiano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here